Il Salento e la Storia

Un turista interessato alla cultura e alla storia del posto scelto per le vacanza sa che arrivato nel salento si immerge in un luogo la cui storia si perde nelle notte dei tempi. Datare la presenza dell’uomo sulla penisola salentina è cosa assai difficile. Le tracce e i reperti dell’età paleolitica e neolitica si trovano nelle grotte e negli insediamenti rupestri sparsi nella penisola.


messapiaI greci la chiamavano Messapia ("Terra fra due mari"), abitata dai Messapi, di origine probabilmente illirica che nonostante difendessero la propria autonomia dall'antica città greco-spartana di Taranto furono progressivamente assorbiti dall'avanzata dei tarantini, che fondarono una serie di avamposti militari.
Fino al VII secolo sotto la benevola protezione dell'Impero Romano d'Oriente, l'altosalento fu coinvolto nella guerra greco-gotica, divenne poi terra di confine fra Longobardi e Bizantini. Tra IX e X secolo il Salento fu spesso assalito dai Saraceni, che si stanziarono a macchia di leopardo sul territorio per periodi più o meno lunghi, fieramente contrastati dai Bizantini. In seguito alla conquista normanna furono fondati la Contea di Lecce e nel 1088 il Principato di Taranto. Lecce, in particolare, che dette anche i natali al re normanno Tancredi di Sicilia della famiglia d'Altavilla, uscì in questo periodo dalle nebbie del Medioevo per assurgere a centro principale della penisola salentina, da allora ufficialmente denominata "Terra d'Otranto". Federico II di Svevia si dedicò così come in altre aree del suo regno al Salento.

barocco lecceseNel 1384, sotto gli Angioini, il principe di Taranto Raimondo Orsini Del Balzo - in seguito al matrimonio con la contessa di Lecce Maria d'Enghien - diventò uno dei più ricchi e potenti feudatari del Regno. Nel 1480, sotto gli Aragonesi, Otranto fu invasa dai Turchi, guidati da Ahmet Pascià, con l'eccidio di 800 persone che rifiutarono la conversione all'Islam. Le successive dominazioni spagnole e borboniche ridussero la Terra d'Otranto ad una regione anche politicamente periferica.

Va però segnalata una fiorente attività artistica fra XVI e XVIII secolo, che ha fatto di Lecce uno dei centri più cospicui del barocco, e un territorio rurale caratterizzato dalla laboriosità e dalla capacità imprenditoriale dell'aristocrazia. L'altosalento fu terra del brigante Ciro Annicchiarico di Grottaglie fondatore della “Setta degli Eguali” che si riproponeva il rovesciamento violento della corona e la costruzione della repubblica salentina, primo anello della repubblica d'Europa. Dopo l'Unità d'Italia, fu infine costituita la 56ª circoscrizione statale, originariamente comprendente tutte e tre le attuali province salentine, con Lecce capitale e sede dell'ufficio di Prefettura e Tribunale competente su tutta la vecchia "Terra d'Otranto".

Ricerca veloce

Annunci più cliccati

Info finanziarie

P.IVA 04764800753

SALENTOinweb di Loredana Attrotto

via dei Fiori 40

73039 Tricase LE

Privacy e Condizioni

Indirizzi e numeri utili

Telefono (+39) 0833 772818

Cell. (+39) 328 8849169

Email & Informazioni

Sito di supporto

Blog e News Salento

Statistiche

histats.com


 

Copyright ©2004-2016 Credits