Lecce

lecce piazza sant'OronzoTra le 10 città per cui viaggiare e in cui ricercare le case vacanza nel salento per l’estate, la guida internazionale Lonely Planet cita proprio Lecce. Le origini del capoluogo salentino, oltre ai richiami mitologici che la vedono fondata subito dopo la caduta di Troia, risalgono all’età del ferro. L’antica messapia, terra tra i due mari tra la costa jonica e la costa adriatica, il periodo romano e il medioevo danno a Lecce (la antica Lupiae) l’aspetto di ciò che è ora. Una città ricca e sfarzosa nelle sue costruzioni barocche, ricca di storia e di cultura. Se nel passato è stata un importante centro industriale ed economico della penisola salentina, oggi si contraddistingue per un fiorire di arti e di cultura che le hanno consentito di essere conosciuta nel mondo come la Firenze del Sud. I turisti da ogni parte ogni anno prenotano le loro vacanze nella Atene di Puglia. Passeggiare tra le vie del centro storico di Lecce significa ritrovarsi immersi nell’arte barocca, nei frontoni delle case che nelle estati diventano case vacanze per i turisti, tra i fregi, i capitelli, i pinnacoli ed i rosoni che decorano molti dei palazzi e delle chiese della città, respirando l’arte  delle botteghe dei maestri cartapestai.
lecce anfiteatroOgni angolo del capoluogo del salento, che raccoglie e sintetizza le caratteristiche meraviglie dei paesi della costa jonica e della costa adriatica, è storia e cultura.
L’anfiteatro romano, situato nella centralissima Piazza Sant'Oronzo, fu costruito in età augusteae in epoche successive fu sotterrato e sovrastato da altri edifici. Attualmente è possibile ammirare solo un terzo dell'intera struttura, in quanto il resto rimane ancora nascosto nel sottosuolo.
Il Teatro Romano scoperto nel 1929, ignorato per secoli come l'anfiteatro, ha restituito alcune statue che sono conservate presso il Museo Archeologico Provinciale Sigismondo Castromediano.
Il monastero degli Olivetani è un complesso architettonico risalente al XIV secolo. Oggi sede della Facoltà di Beni Culturali e della biblioteca di Studi Storici dell’Università.
lecce piazzaTra le fortificazioni militari basta ricordare, per esprimere la bellezza della città l’antica Torre del Parco, nel cui fossato venivano allevati gli orsi, simbolo dell’araldo della famiglia Orsini del Balzo, e che ospitò delle antiche carceri. Oggi invece è sede di un esclusivo ristorante. E soprattutto il Castello Carlo V, che nacque sulle spoglie di un antico maniero e guardava, sui due lati, verso la campagna e verso la città. Oggi è Piazza Sant’Oronzo, vero salotto di Lecce, a vedersi avendo alle spalle il portone del Castello che ospita importanti manifestazioni culturali.
Piazza Duomo, invece, riccamente barocca, è uno dei rari esempi di "piazza chiusa". Un tempo, la sera le porte, venivano serrate, quasi fosse il cortile di una casa. Al centro della piazza, troviamo il Duomo, tra i più belli d'Italia. L'interno presenta 12 altari e una cripta del XII secolo, rimaneggiata con aggiunte barocche. Il campanile del duomo, è alto circa 72 metri e dalla sua sommità si scorge la costa adriatica. L’Episcopio, la residenza vescovile si dispone ad angolo retto e si allinea, pertanto, a destra del Seminario e a sinistra della Cattedrale.
Il vero simbolo del barocco leccese è la Chiesa di Santa Croce. costruita tra la metà del 1550 e la fine del 1600, propone al visitatore un prospetto ricco di decorazioni, fregi dalla bellezza disarmante. Altri importanti monumenti religiosi sono la Chiesa di Sant'Irene dei Teatini, la Chiesa di San Giovanni Battista, detta anche del Rosario, la Chiesa del Gesù, conosciuta anche con il nome del Buon Consiglio, la Chiesa di Santa Chiara, la Chiesa del Carmine e la Chiesa di San Matteo. La Chiesa di San Francesco della Scarpa, si trova appena all'inizio del centro storico leccese, di fronte alla stazione ferroviaria. Tale chiesa viene anche denominata la chiesa senza facciata, poiché, a differenza delle sfarzose chiese barocche della città, a causa di lavori ottocenteschi ha perso la sua facciata, che oggi si inserisce nel colonnato dell'ex convitto Palmieri. Dopo numerosi restauri ha in parte recuperato l'antico splendore e dopo anni di oblio, risulta consacrata e in determinati periodi è usata per mostre d'arte.

Ricerca veloce

Annunci più cliccati

Info finanziarie

P.IVA 04764800753

SALENTOinweb di Loredana Attrotto

via dei Fiori 40

73039 Tricase LE

Privacy e Condizioni

Indirizzi e numeri utili

Telefono (+39) 0833 772818

Cell. (+39) 328 8849169

Email & Informazioni

Sito di supporto

Blog e News Salento

Statistiche

histats.com


 

Copyright ©2004-2016 Credits